Soluzioni In Linea per il Controllo del Processo in tutto il mondo

Cromatografia

In biotecnologia la purificazione dalle proteine solitamente richiede uno o più passaggi nella colonna cromatografica lungo il processo.

optek C8000 Convertitore Universale

I fotometri ed i sensori elettrochimici di optek sono progettati specificatamente per misura e controllo in linea. Essi migliorano la separazione cromatografica offrendo dati coerenti e ripetibili per permettere un’efficace separazione aumentando la resa e migliorandone la qualità.

Monitoraggio pre-colonna cromatografica

Un conduttivimetro in linea tipo ACF60 che include un sensore di temperature ed il piaccametro PF12 danno in tempo reale la misura della conducibilità, temperature e pH.

Monitoraggio post-colonna cromatografica

Durante la purificazione sono necessarie a valle della Colonna misure accurate, affidabili e ripetibili per aumentare la resa e la purezza della frazione proteine/DNA.

Inserito direttamente nell’uscita della colonna, un sensore optek AF45 a singola lunghezza d’onda o AF46 a doppia lunghezza nel range UV riesce a migliorare l’efficienza del processo di separazione. Questo garantisce la purezza del prodotto minimizzando le analisi manuali a banco.

Conduttivimetro ACF60 optek e adattatore PF12 per pH montati su cella uso biotech

Un set completo di filtri ottici tracciabili NIST permettono all’Operatore di calibrare i sensori in linea velocemente senza perdere in ripetibilità. (andare a pagina 12 per ulteriori dettagli).

Il conduttivimetro brevettato a 6 elettrodi quadripolo ACF60 e il pH-metro PF12 controllano il processo essendo montati in una singola cella di flusso con un minimo volume di analisi. Grazie all’ampio range misurabile da parte del conduttivimetro è possibile controllare non solo le transizioni tra le soluzioni tampone ma anche la pulizia del processo. Con il sensore PF12 viene invece gestito l’impaccamento gel per mezzo del valore del pH. Pertanto eventuali metodi di bilanciamento della colonna sono sempre monitorati e la performance garantita.

Doppia lunghezza d’onda

La lunghezza d’onda principale misura la concentrazione delle proteine per esempio a 280 nm per un pooling ottimale. Usando simultaneamente la seconda lunghezza d’onda a 300 nm, si ottiene un segnale che permette l’analisi anche nei range di concentrazione più alti.

La doppia lunghezza d’onda permette una risoluzione precisa a bassi valori di OD (densità ottica) per iniziare o completare la raccolta della frazione stando sui 280 nm. Nel range superiore la seconda lunghezza d’onda è utilizzata per monitorare l’eluato ai valori di OD superiori.

Analisi eseguite alle lunghezze d’onda 254/280 nm accertano il grado di purezza e la contaminazione dell’acido nucleico (DNA/RNA) con proteine. Grazie alla modularità dei sensori in linea optek, sono disponibili diversi cammini ottici (OPL optical path length). A seconda del range di concentrazione richiesto, la sapiente combinazione fra scelta dell’OPL e della lunghezza d’onda permette la miglior ripetibilità e linearità dell’analisi.

C8000 – 8 misure da 5 sensori con solo 1 elettronica di alta precisione

optek AF46-VB sensore a doppio canale in assorbanza UV provvisto di adattatore per calibrazione

In una unità di separazione cromatografica sono richieste le seguenti misure:

PRE-colonna:

tutte combinate in un’unica cella per un minimo volume di analisi

  • conducibiltà (optek ACF60)
  • temperatura (optek ACF60)
  • pH (optek PF12)

POST-colonna:

Combinate in due celle per un minimo volume di analisi

  • UV a doppio canale (optek AF46)
  • conducibilità (optek ACF60)
  • temperatura (optek ACF60)
  • pH (optek PF12)