Soluzioni In Linea per il Controllo del Processo in tutto il mondo

Controllo Filtro

Molti processi richiedono la filtrazione per chiarificare il prodotto. Normalmente si parte da una filtrazione grossolana con separatori, decantatori o serbatoi di sedimentazione per arrivare alla filtrazione finale con farine fossili, terre diatomee o altri mezzi filtranti.

Installando un torbidimetro in ingresso al processo di filtrazione e tra i vari stadi intermedi è possibile intercettare, deviare o ricircolare il prodotto nel caso in cui risultasse essere troppo torbido, preservando così gli stadi successivi della produzione.

Efficienza della filtrazione

C4000 convertitore fotometrico

I fotometri optek possono controllare il dosaggio dei mezzi filtranti per assicurare una preparazione efficiente ed uniforme del filtro. Questo riduce lo spreco dell’additivo filtrante ed estende il tempo di filtrazione dosando la giusta quantità necessaria per ottenere una filtrazione efficace. L’eccesso nel dosaggio degli additivi nel filtro reduce le performances dell’impianto aumentando lo spreco di prodotto.

L’utilizzo di un sensore in linea optek riduce sensibilmente il rischio di intasamenti e di commettere errori da parte dell’operatore, evitando così costi aggiuntivi di rifiltrazione, perdite di tempo, consumi energetici e riduzione della qualità del prodotto. I sensori optek assicurano il raggiungimento del giusto standard qualitativo prima di passare alla fase successiva della produzione.

Linea di carico

optek TF16-EX-N sensore di torbidità a luce diffusa con doppio canale

Oltre al controllo sul filtrato, molti processi richiedono un sensore ad assorbimento NIR modello AF16-N in ingresso al filtro. Questo torbidimetro NIR misura i solidi sospesi totali in continuo in modo che l’operatore possa regolare il dosaggio degli additivi di filtrazione o la portata in ingresso al filtro. Il monitoraggio continuo degli additivi consente un controllo accurato per assicurare la formazione del pannello filtrante in modo appropriato e uniforme. Questo ottimizza l’utilizzo degli additivi evitando sprechi e aumenta l’efficienza del filtro nel tempo. Durante la formazione dello strato filtrante il prodotto si chiarifica gradualmente: quando il sensore rileva che il prodotto è opportunamente chiarificato segnala al processore che il filtro è pronto.

Il sensore AF16N è anche utilizzato per prevenire il trasferimento di agglomerati di solidi anomali che possono mandare in blocco il filtro. L’operatore definisce il valore massimo di torbidità in ingresso al filtro, in modo da poter gestire eventuali ricircoli o deviazioni a serbatoi di decantazione, piuttosto che separatori centrifughi. Questo previene il blocco del sistema di filtrazione.

Ottimizzazione del controlavaggio

Questo sensore può anche essere utilizzato per ottimizzare la fase di lavaggio del filtro in contro flusso: misurando la torbidità dell’acqua di lavaggio si ottimizzano i tempi e i consumi.

Linea del filtrato

Per assicurare qualità del prodotto è necessario misurare e controllare la torbidità in uscita dal filtro. Un torbidimetro scattered light, modello TF16-N, rileva in modo preciso le concentrazioni molto basse di solidi sospesi da 0 – 0.5 a 0 – 500 ppm oppure da 0 – 0.2 a 0 – 200 FTU per ottenere la limpidezza desiderata del prodotto.

Installando un torbidimetro sulla linea del filtrato è possibile gestire automaticamente il ricircolo fino al raggiungimento del livello di filtrazione desiderato.

Questo riduce i tempi di lavorazione e migliora le performance del filtro. I torbidimetri optek sono installati direttamente in linea e ottimizzano il rendimento del filtro rilevando immediatamente eventuali rotture o malfunzionamenti della macchina. Questi strumenti consentono di ridurre o addirittura eliminare i campionamenti e le analisi da laboratorio.

Controllo qualità

E’ dimostrato che i torbidimetri optek sono utili per il controllo del processo e per garantire la qualità del prodotto assicurandone la costante limpidezza. La riduzione della perdita di prodotto, l’incremento della capacità di filtrazione e l’ottimizzazione del consumo dei mezzi filtranti sono solo alcuni vantaggi che si ottengono utilizzando i torbidimetri di processo optek.